IL SALUTO DI PRIMO ANTOLINI

Condividi questo articolo

“Il progresso di un’impresa non si limita all’espansione sui mercati, ma si estende alla ricerca, alla sicurezza sul lavoro e a tutto quanto sarà praticabile per preservare il nostro pianeta. Con questo spirito, in comune con mio fratello Alberto, i miei nipoti Annalisa ed Andrea, e i miei figli Luca e Matteo, accolgo l’invito a ricoprire l’incarico di Presidente per affrontare con serietà e passione i nuovi obiettivi di OCRIM. È lo stesso spirito di nostro padre, Primo, che ha scritto un saluto che desideriamo condividere con tutti voi”              Sergio Antolini

È SCADUTO IL MIO TEMPO.

Ho incominciato nel 1960 quando mio suocero, Fernando Paglierani, mi chiese di coadiuvarlo nella gestione dell’impresa che aveva fondato nel 1926. Ho curato la Paglierani per 58 anni, prima col signor Fernando e poi con i miei figli Alberto e Sergio. Nel 2007 mi sono dedicato ad OCRIM. Nel mio percorso ho analizzato la vita quotidiana dell’azienda, ciò che succede negli uffici, nei reparti di produzione, implementando le virtù e combattendo i vizi. Ogni volta, anche nelle situazioni più difficili, ho cercato di trovare una nota positiva, una meta verso cui andare. Non ho mai attaccato o deriso nessuno, ho sempre cercato di capire le ragioni del comportamento umano, convinto che, quando conosciamo noi stessi, possiamo cambiare o migliorare. Ho un ricordo bellissimo, in particolare dei collaboratori e dei clienti che, assieme a noi, hanno fatto importante la nostra impresa.

A commiato, un abbraccio. Primo Antolini